ASKA EDIZIONI

DI AMARE E DI ESSERE AMATA NON OSAVO SPERARLO

€20

Un’antologia delle lettere scambiatesi quotidianamente tra due coppie di fidanzati di religione ebraica vissute nella seconda metà dell’800. La sua lettura, oltre farci seguire la crescita di un delicato e profondo rapporto sentimentale, ci permette di conoscere la vita di varie famiglie ebraiche nella loro intimità e quotidianità con la peculiari caratteristiche dettate dall’osservanza delle regole basilari dell’ebraismo.
Nelle lettere di Giulia ci troviamo a Firenze, ancora sede delle Camere e del Re e quindi centro di vita culturale anche se è forte l’attrazione per Roma, meta di molti viaggi; da quelle di Costante, che scrive da Bologna e si sposta spesso a Cento, Modena e anche a Trieste, attingiamo notizie di quelle importanti sedi di studi e commerci, mentre dalla corrispondenza estiva da Livorno ci viene un eco delle brillanti villeggiatura al mare. Nel carteggio tra Leone e Ada, che si svolge tra Roma e Firenze, ritroviamo molti personaggi già incontrati e seguiamo gli sforzi dell’uomo più maturo nel rivolgersi alla giovanissima fidanzata con un linguaggio meno burocratico di quello richiesto dal suo ruolo di impiegato ministeriale, le non semplici pratiche per ottenere la cattedra in un Istituto fiorentino di cui era titolare il ministro Luigi Luzzatti e uno squarcio di vita romana in piena estate.

A cura di: Lionella Neppi Modona Viterbo

Collana: Ad Fontes - Pagine: 216 con 30 immagini - Formato: cm. 17x24

You may also like

Recently viewed